Impugnare testamento

Vediamo insieme chi può impugnare testamento olografo, pubblico o segreto; quali sono i casi e i termini per l'impugnazione del testamento in Italia.

Hai dei dubbi? Rivolgiti a noi in modo del tutto gratuito. 

Su questo sito troverai tutte le informazioni più aggiornate su argomenti come Successione Ereditaria e Testamento per ulteriori approfondimenti CONTATTACI.

impugnare testamento

Sono molti i motivi che possono spingere una persona ad impugnare testamento nel tentativo di far valere i propri diritti.

Ad esempio, se tu sei scontento perché un tuo parente da cui pensavi di ricevere una parte di eredità o tutta l’eredità ha invece indicato nel proprio testamento un altro beneficiario, escludendoti o lasciandoti beni di minor valore rispetto a quelli a cui avevi diritto, è per te importante capire come si può impugnare un testamento.

Impugnare testamento olografo, pubblico, segreto

Ognuno di noi ha la facoltà di disporre dei propri beni con un testamento olografo, pubblico o segreto ma, perché sia valido, la sua redazione deve rispettare alcuni criteri fondamentali relativi alla condizione psicologica del testatore, alla provenienza effettiva da parte del testatore, alla modalità di sua formazione da parte del testatore e, infine, al rispetto dei diritti degli eredi legittimari.

Quanto si dirà in seguito vale non soltanto per l’intero testamento, che può essere integralmente viziato, ma anche per le singole disposizioni testamentarie. Capita ad esempio spesso che un testatore faccia più testamenti nel tempo disponendo ogni volta di beni diversi. Ebbene una singola scheda testamentaria può essere affetta da nullità mentre le altre mantengono il loro valore.

Requisiti impugnazione testamento: condizionamenti fisici e psicologici

E’ chiaro innanzi tutto che se una persona, al momento di fare un testamento, non è capace di intendere e di volere oppure è sottoposta a minacce o violenze dirette da un terzo proprio ad ottenere dei vantaggi al momento della successione, la legge prevede che il testamento possa essere annullato.

Sicuramente, in questi casi, ci possono essere anche dei risvolti penali a carico di chi ha tentato di avvantaggiarsi in mala fede, ma qui ora ci interessa sapere cosa possa fare l’erede per annullare il testamento.

I tribunali sono intervenuti molte volte in tantissimi casi diversi e hanno generalmente stabilito che qualsiasi indebito condizionamento da parte di una persona interessata sulla psiche di un’altra, tanto forte da fargli assumere decisioni che altrimenti non avrebbe preso, possa far dichiarare il testamento invalido.

Non si deve trattare però soltanto di piccole anche se spiacevoli vessazioni, ma proprio di pressioni esercitate mediante azioni od omissioni tali da ingenerare nel testatore (spesso anziano) una condizione psicologica di inferiorità e la consapevolezza di poter riconquistare una dignità soltanto mediante la modifica del testamento in favore della persona interessata.

D’altra parte, anche in assenza di un approfittamento da parte di qualcuno, anche un testamento scritto da chi non sia in grado, per condizioni fisiche o psicologiche, di non capirne le conseguenze può essere annullato ad iniziativa delle persone impropriamente estromesse oppure delle altre relazionate da stretti rapporti di parentela con il testatore.

Impugnare il testamento provando i fatti

Chi impugna il testamento deve sempre provare che si sono verificate quelle spiacevoli situazioni e la prova non è spesso semplice da raggiungere, benché si possano trovare degli elementi indiziari di quanto si sostiene in giudizio.

Si può impugnare un testamento olografo che generi dubbi sulla provenienza

Altro punto importantissimo per la validità di un testamento è la verifica della sua provenienza dalla mano del testatore.

Sembra banale quanto si sta affermando, ma in realtà ci sono innumerevoli situazioni in cui altri si improvvisano perfetti falsari e scrivono testamenti falsi con firma falsa. Oltre alle conseguenze penali di queste azioni, falsificare un testamento può comportare addirittura l’estromissione integrale del falsificatore che sia anche un erede dalla successione per effetto della indegnità a succedere che lo colpisce.

Anche in questo caso, ove risulti in un giudizio che un testamento è falso perché non scritto o disposto dal testatore, esso può essere dichiarato nullo e privo di efficacia.

Contestare testamento per difetti di forma

Il testamento deve rispettare anche precisi requisiti di forma, ossia deve essere predisposto in precisi modi descritti dalla legge.

Di base in Italia, il testamento o è redatto dal notaio (pubblico) o è scritto di pugno dal testatore (olografo).

Testamento pubblico impugnazione

Nel primo caso, il testatore rappresenta le proprie volontà al notaio che le riporta in un testamento contenuto in un atto pubblico. In questo caso, però, “pubblico” non vuol dire che il testamento sia visibile da chiunque come avviene normalmente per i rogiti immobiliari o gli atti delle società di capitali, ma che è stato redatto da un pubblico ufficiale, il notaio, il quale poi lo conserva segretamente fino alla morte del testatore, quando poi sarà effettivamente pubblicato.

Come impugnare un testamento olografo

Nel secondo caso, invece, il testamento è scritto direttamente dal testatore a mano. Il testamento olografo è valido se interamente scritto a mano dal testatore (non al computer), se ha una data e se è firmato dal testatore.

Contestare un testamento segreto

Esiste un terzo tipo di testamento definito segreto ma è di rara applicazione. Sostanzialmente il testamento segreto può essere scritto anche a macchina o al computer da un terzo (che però non può essere indicato tra i beneficiari a meno che non ci sia una espressa dichiarazione scritta dal testatore a mano), e poi, firmato ripetutamente dal testatore e sigillato con una sua impronta, viene consegnato al notaio in presenza di due testimoni. Se non è sigillato, nemmeno il notaio può essere indicato tra i beneficiari.

Impugnazione testamento per violazione diritti degli eredi legittimari

Un testamento può poi essere impugnato, in qualsiasi forma sia stato redatto, anche quando le disposizioni in esso contenute violino i diritti degli eredi legittimari, ossia delle persone legate da strettissimi rapporti di parentela con il prossimo defunto a cui la legge riserva una quota dell’eredità.

In questo caso, l’erede che sia stato estromesso o che abbia ricevuto di meno di quanto prevede la legge può avviare una causa per ridurre in proprio favore quanto impropriamente lasciato ad altri.

Altri casi di impugnazione del testamento

Ci sono altre situazioni in cui si verificano le condizioni perché un testamento sia invalido e possa essere impugnato, ma qui ci è sembrato opportuno citare soltanto le occasioni nelle quali un erede sia stato ingiustamente estromesso in tutto o in parte.

Solo per fare un esempio, la nascita di un erede o figlio annulla (o meglio, revoca implicitamente) i testamenti precedenti fatti dal testatore che non aveva ancora un erede o non sapeva di averlo perché la legge ritiene che la nascita o la scoperta del figlio avrebbe di sicuro portato il testatore a cambiare le proprie ultime volontà.

Altro esempio è quello di un testamento nuovo, integralmente, ma non esplicitamente, sostitutivo di un vecchio testamento. In questo caso, le ultime volontà incompatibili con il precedente testamento prevalgono implicitamente revocando le più vecchie.

Termine impugnazione testamento

Fino a quando si può impugnare un testamento? Normalmente, i termini per impugnare testamento o una sua disposizione sono di cinque anni da quando è stata eseguita quella disposizione viziata ma a condizione che chi impugna il testamento non abbia fatto acquiescenza al testamento impugnato con atto notarile.

Articoli correlati a impugnare testamento che potrebbero interessarti

Revoca donazione

Revoca donazione

La revoca donazione può essere effettuata in alcuni casi sia dal donante che dai suoi eredi. Vediamo quando la donazione è revocabile e i termini.

Impugnazione donazione

Impugnazione donazione

Sia il donante che un erede dello stesso possono procedere con l’impugnazione donazione in molti casi che analizziamo in questo articolo con alcuni esempi.

Divisione ereditaria

Divisione ereditaria

La divisione ereditaria può avvenire attraverso un contratto in caso di accordo tra gli eredi. L’azione di divisione ereditaria giudiziale prevede tre fasi.

Perchè rivolgersi a La Mia Eredità?

  1. Riceverai una risposta da esperti di diritto testamentario e pratiche successorie
  2. In pochi clic potrai fugare i tuoi dubbi e capire come procedere salvaguardando le tue volontà e i tuoi interessi
  3. Il contatto è gratuito e non richiede alcun impegno da parte tua

Richiedi informazioni: impugnare testamento

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.